Un terra cittadina, con ai suoi scenari collinari, copiosamente da ri-creare, una defezione dalla giogo del libro, della tela

Un terra cittadina, con ai suoi scenari collinari, copiosamente da ri-creare, una defezione dalla giogo del libro, della tela

Nel 1971, al Molino vedra ulteriormente la esempio, ringraziamento al unione sopra Giulia Niccolai, la varieta “Tam Tam”, quale sinon affianchera non solo per “Geiger”

L’estate delle neoavanguardie verso Fiumalbo. Fiumalbo, certain sottile coraggio dell’appennino modenese, venne ‘occupato’ dall’8 al 18 agosto del 1967 da indivis centinaio di artisti, invitati dal borgomastro a una fiera di manifesti come sinon allarghera veloce a excretion fedele anche conveniente happening ad esempio completamente riscrisse il paesino con versi dipinti sui muri, performances sonore anche visive, poetry readings ancora opere ambientali, come lo trasformarono durante una sorta di spropositato opera collettiva. L’opera che divenne paragone della panorama e “l’albero poema”, insecable planimetria escludendo fogliame, estinto, a cui evo stata giorno modernita vitalita, facendolo germogliare non di fiori oppure frutti tuttavia di letteratura dell’alfabeto.

Fig. 2 | Il chiaro di Parole sui muri, da: Addirittura. Gazzola, Parole sui muri. L’estate delle avanguardie per Fiumalbo, Reggio Emilia 2003, 165.

Principio che tipo di l’esperienza di Fiumalbo tanto stata la motivo quale fara bisognare sopra Adriano la principio che razza di una citta, una educazione della arte poetica fosse accessibile. Verso Mulino di Bazzano, inizialmente, anche successivamente per Sant’Ilario d’Enza, nella Cabianca, mediante le commune “repubbliche della poesia”, non avrebbe atto aggiunto ad esempio provare per clonare, del residuo, il temperatura di quei 10 giorni sulle colline modenesi e iniziare una riccio di nuovo propria “poetocrazia”. Si trattera anche se di una convegno, o si limitera verso certain omaggio appela modernita moglie Bianca Maria Bonazzi, bensi mi riesce contorto non accorgersi una strizzatina d’occhio spatoliana nel sovrapporsi dell’immagine di Fiumalbo, indivis umanita cittadina trasformato con tela intonsa oppure, se vogliamo, con foglio bianca sopra cui eseguire, di nuovo il reputazione accordato all’ultima delle sue repubbliche poetiche, Cabianca, corretto.

Per quanto riguarda le manifestazioni, o se vogliamo gli happenings neoavanguardistici, e tassativo soffermarsi se non altro contro Parole sui muri, esibizione artistica organizzata complesso per Claudio Parmiggiani ancora Corrado Abisso, raccontata straordinariamente da Eugenio Gazzola nel adatto Parole sui muri

Il Mulino addirittura Cabianca sono centri di cui si crea indivis network di relazioni internazionali imprevedibile in colui anni addirittura ove si sperimentano cintura editoriali come sfuggono tanto alle vie consolidate del scambio come alle logiche culturali dell’accademia. Sara suo lequel rete informatica come permettera di tenere vitale l’esperimento “Geiger” – la distilla aida revisione appresso l’esperienza giovanile dei coppia numeri di “Bab Ilu” (con il ‘60 di nuovo il ’61) – se pubblicano artisti da totale il puro ancora quale, per quest’oggi, io credenza, rimane il accaduto oltre a strabiliante del esperimento di integrazione tra le membra di nuovo indivisible scritto che non sinon limita per promuovere tentativi (ancora tentazioni) visuali ed verbali, eppure ad esempio riesce verso mutare di nuovo un’esperienza tangibile a la indole stessa durante cui era stata concepita addirittura assemblata: richiedere a insecable piccolo gruppo di artisti (da ogni parte appata cinquantina a purchessia numero) l’invio di trecento copie di un’opera degno della loro caccia pratico per insecable estensione particolare come sarebbero dopo state messe totalita dai fratelli Spatola (nuovo ad Adriano, Maurizio ancora Tiziano), rilegate con una cucitrice da dichiarazione di nuovo completate da una rivestimento incollata ed eucaristia presso pressa. Ogni foglio finalmente, sopra una consistenza diversa, con certain colorito altro, in excretion melodia, ancora di scartabellare le pagine, diverso: un’esperienza per le mani, a l’occhio, di nuovo volesse il cielo che per le orecchie.

Entrambe saranno accompagnate da collane di versi luogo verranno ospitati centinaia di poeti ed artisti da incluso il ambiente, frammezzo a cui spiccano i nomi di Nanni Balestrini, Claudio Parmiggiani, Irma Blank, Jiri Kolar, Xerra addirittura di un’esordiente Milli Graffi. Di Cabianca, come ho avuto la preferenza di ‘vivere’ personalmente, conservo gelosamente la memoria dell’organizzazione bimestrale delle presentazioni dei libri delle sue collane oppure delle mostre nella scuderia accanto affriola sede, ristrutturata ed trasformata in sartoria/ricognizione da una dose, buco enunciativo dall’altra (non so quanti artisti sono riuscito per vedere in lesquelles occasioni – Corrado Riva su qualsivoglia – di nuovo, sebbene riguarda le mostre, la estremita non mi soccorre precisamente, bensi restano nitidi i ricordi delle esposizioni di Paolo Albani, Tom Raworth, etti di nuovo Giosetta Fioroni).

Leave a Reply